Nobile Contrada Fiorenza

sito ufficiale

CAVALCATA/ Inaugurata la 32a edizione della Cavalcata dell’Assunta, domani l’investitura dei Priori

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Inaugurazione mostra di Vivianne Bou Kheir

Dopo l’evento inaugurale di ieri sera con lo spettacolo “Lucifero e l’Inferno” di tamburini e sbandieratori, la Cavalcata dell’Assunta si appresta a vivere uno dei momenti più importanti e significativi: l’investitura dei Priori e dei Gonfalonieri delle Contrade. La solenne cerimonia, ricostruita sull’antico protocollo in uso in epoca medievale, si terrà in Piazza del Popolo a partire dalle 21.30. Dai loro possenti scranni in legno i dieci Priori, dopo aver ricevuto i simboli dignitari della cappa e del medaglione, giureranno fedeltà alla Città e alla sua protettrice Maria Assunta dinnanzi al Podestà e tra il giubilo del popolo festante. La cerimonia sarà preceduta dall’investitura dei Gonfalonieri, figura molto importante nell’ordinamento comunale del tempo, ai quali verranno consegnati i vessilli delle dieci Contrade. La serata si concluderà con lo spettacolo medievale della compagnia “I Giullari del Diavolo”. Nessuna novità tra i Priori, tutti confermati: a ricevere l’investitura saranno Diego Zappalà (Campolege), Renzo Properzi (Molini Girola), Matteo Carboni (San Bartolomeo), Marcella Simoni (Campolege), Paolo Gobbi (Capodarco), Renzo Luciani (Castello), Lorenzo Giacobbi (Fiorenza), Luigino Pistolesi (Pila), Sergio Budel (San Martino) e Massimo Tramannoni (Torre di Palme). L’investitura dei Priori rappresenta sicuramente uno dei momenti più suggestivi della rievocazione storica fermana, la cui 32a edizione si è aperta ufficialmente ieri sera con lo spettacolo “Lucifero e l’Inferno”. L’evento inaugurale si è tenuto in Piazza del Popolo, dove un folto pubblico ha assistito alle spettacolari coreografie dei tamburini e degli sbandieratori della Cavalcata dell’Assunta. Il Gruppo Musici ha rappresentato in maniera originale la caduta di Lucifero, l’angelo più bello che osò ribellarsi a Dio e che, per questo, venne scaraventato dal cielo sulla terra. Gli sbandieratori hanno poi ripercorso il viaggio di Dante Alighieri attraverso l’inferno, creatosi proprio in conseguenza della caduta di Lucifero. Attraverso spettacolari tecniche di maneggio della bandiera il Gruppo degli Alfieri, guidato dalla regia di Oberdan Cesanelli e con la voce narrante di Ermanno Pacini, ha rivisitato alcuni dei canti più celebri della Divina Commedia. Le esibizioni sono state precedute, nel pomeriggio, dall’inaugurazione presso l’Oratorio della Chiesa di San Domenico della mostra personale di Vivianne Bou Kheir, artista fermano-libanese autrice del Palio 2013. All’apertura dell’esposizione hanno partecipato il sindaco di Fermo e presidente della Cavalcata dell’Assunta Nella Brambatti, il presidente onorario Silvio Dionea, i vice-presidenti Leonello Alessandrini e Remo Giacobbi, l’assessore alla cultura Francesco Trasatti e altri membri della giunta comunale. Ad illustrare la mostra è stata l’insegnante e critico d’arte Daniela Simoni. “Vivianne è un’artista dotata di grande sensibilità – ha affermato Nella Brambatti – che si sposa perfettamente con i contenuti spirituali del Palio dell’Assunta”. La mostra, intitolata “Madre”, resterà aperta fino al 18 agosto dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 20 (i giovedì dalle 18 alle 23).

Fonte Ufficio Stampa Cavalcata dell’Assunta

Comments are currently closed.